Lo studio del flauto, uno degli strumenti più antichi che l'uomo conosca, può essere affrontato da bambini e da adulti. Il corso è rivolto a coloro che si accostano per la prima volta allo strumento, ma anche a chi vuole proseguire gli studi già intrapresi. Dopo le prime lezioni di impostazione (emissione del suono e tenuta dello strumento), avremo presto la soddisfazione di iniziare a suonare i primi brani di musica, anche in duo con il docente o in trio/quartetto/ensemble o con l’accompagnamento del pianoforte. Ci dedicheremo, divertendoci, alla musica d’insieme, al perfezionamento delle competenze e del repertorio e alla preparazione di un eventuale esame pre-accademico o di ammissione presso il Conservatorio.

 

Debora Perissutti si avvicina al flauto all’età di nove anni, per poi dedicarsi allo studio accademico dello stesso in età adulta. Consegue il Diploma Accademico di I° livello a pieni voti presso il Conservatorio Statale “J. Tomadini” di Udine, nella classe del prof. Giorgio Marcossi, con il quale ha approfondito anche lo studio dell’ottavino. Successivamente, sempre presso il Tomadini di Udine, consegue il Diploma Accademico specialistico di II livello ad indirizzo interpretativo con la votazione di 110/110 e lode. Ha preso parte a corsi e masterclass tenuti da maestri di fama internazionale come Peter Lukas Graf, Andrea Manco (primo flauto dell’Orchestra della Scala di Milano), Claudio Montafia (già primo flauto dell’Orchestra Rai di Torino, del Teatro Regio di Torino e dei Solisti Veneti), Nicola Mazzanti (ottavinista dell’Orchestra del Maggio Musicale fiorentino), Berten D’Hollander, Allison Brown Sinkoff, Rena Urso, Laurie Sokoloff, Sarah Jackson, Peter Verhoien ed altri ancora.
Ha partecipato come solista e in formazione cameristica a numerose attività sul territorio come Mittelfest e Folkest, i Pomeriggi Musicali di Pordenone, le serate musicali al castello Savorgnan di Artegna e per Il Soroptimist International Club di Cividale; si è esibita inoltre presso il palazzo della Provincia di Udine e il Salone del Parlamento del Castello di Udine. Numerose le produzioni per orchestre sinfoniche udinesi. Attualmente svolge attività di insegnamento presso scuole di orientamento musicale della provincia.